Spumante

Vino Spumante Rosè Extra dry - Monrosè

Heading title icon

Denominazione: vino spumante extradry rosé.
Altitudine: 210 m s.l.m.
Terreni: medio impasto.
Vigneto: filare, guyot semplice.
Vendemmia: Raccolta manuale, selezione uve in vigneto.
Tipo di spumantizzazione: charmat italiano lungo.
Note di degustazione: colore rosa tenue, odore intenso di frutta matura con note spiccate di ciliegia. Gradevolmente morbido al palato.
Cibo & vino: ottimo come aperitivo, si sposa molto bene con antipasti, fritture di pesce e in generale con crostacei anche crudi. Ideale in abbinamento a torte salate e piatti leggeri a base
di verdure di stagione.
In particolare consigliamo di abbinarlo al seguente piatto tipico: olive all’ascolana e cremini
fritti.
Prima annata di produzione: 2008.

Guida Veronelli: ed.2018 – 2019 una stella

Montepulciano D’Abruzzo vinificato in anticipo (prima settimana di settembre), subisce un leggerissimo contatto con le bucce dando corpo ad un colore tenue ma vivace.
Il mosto pulito fermenta a temperatura controllata, fino a lasciare un residuo zuccherino che ci consente di non aggiungere zuccheri alla preparazione della cuvée.
Messo in autoclave nel mese di Novembre insieme a lieviti selezionati per la presa di spuma, rimane a contatto con le sue fecce circa 5 mesi, dopodichè viene imbottigliato isobaricamente per conservare tutta la sua freschezza.

Carattere: Hess Gothic Round NF
Il carattere è una versione arrotondata del già citato Avant Garde e di Twentieth Century, font ideato tra il 1936 e il 1947 da Sol Hess, che ebbe enorme successo attraverso i sussidiari e i libri per l’insegnamento delle lingue. Il font è semplice, senza grazie, pulito e geometrico come tutti gli altri, ma fresco e immediato come il carattere scelto per il marchio Santapupa. Lo abbiamo scelto per la sua assonanza, soprattutto ideologica, con Avant Garde, perché anche Eteros è un prodotto fresco e vivace, ma declinato con un’etichetta più elegante e con un simbolo che ne evoca la diversità merceologica rispetto alla nostra famiglia. Ed ecco il perché del nome: Eteros, diverso.

Vino Spumante Extra dry - Eteros

Heading title icon

Denominazione: vino spumante extradry bianco.
Uva: blend di uve bianche.
Altitudine: 210 – 300 m s.l.m.
Terreni: medio impasto.
Vigneto: filare, guyot semplice.
Vendemmia: Raccolta manuale, selezione uve in vigneto.
Tipo di spumantizzazione: charmat italiano lungo.
Note di degustazione: gradevolmente morbido dai tipici profumi di frutta.
Cibo & vino: ottimo come aperitivo, ma anche a tutto pasto con pesce, anche crudo.
In particolare consigliamo di abbinarlo al seguente piatto tipico: scrippelletti.
Prima annata di produzione: 2008.
L’etichetta: eteros, diverso. L’etichetta è stata pensata per essere immediata, fresca e
elegante, con un simbolo che ne evoca la diversità rispetto alla nostra famiglia.

Carattere: Hess Gothic Round NF
Il carattere è una versione arrotondata del già citato Avant Garde e di Twentieth Century, font ideato tra il 1936 e il 1947 da Sol Hess, che ebbe enorme successo attraverso i sussidiari e i libri per l’insegnamento delle lingue. Il font è semplice, senza grazie, pulito e geometrico come tutti gli altri, ma fresco e immediato come il carattere scelto per il marchio Santapupa. Lo abbiamo scelto per la sua assonanza, soprattutto ideologica, con Avant Garde, perché anche Eteros è un prodotto fresco e vivace, ma declinato con un’etichetta più elegante e con un simbolo che ne evoca la diversità merceologica rispetto alla nostra famiglia. Ed ecco il perché del nome: Eteros, diverso.

Guida TCI “vini buoni d’Italia”: ed.2016 tre stelle

Denominazione: vino spumante extradry bianco.
Uva: blend di uve bianche.
Altitudine: 210 – 300 m s.l.m.
Terreni: medio impasto.
Vigneto: filare, guyot semplice.
Vendemmia: Raccolta manuale, selezione uve in vigneto.
Tipo di spumantizzazione: charmat italiano lungo.
Note di degustazione: gradevolmente morbido dai tipici profumi di frutta.
Cibo & vino: ottimo come aperitivo, ma anche a tutto pasto con pesce, anche crudo.
In particolare consigliamo di abbinarlo al seguente piatto tipico: scrippelletti.
Prima annata di produzione: 2008.
L’etichetta: eteros, diverso. L’etichetta è stata pensata per essere immediata, fresca e
elegante, con un simbolo che ne evoca la diversità rispetto alla nostra famiglia.

Carattere: Hess Gothic Round NF
Il carattere è una versione arrotondata del già citato Avant Garde e di Twentieth Century, font ideato tra il 1936 e il 1947 da Sol Hess, che ebbe enorme successo attraverso i sussidiari e i libri per l’insegnamento delle lingue. Il font è semplice, senza grazie, pulito e geometrico come tutti gli altri, ma fresco e immediato come il carattere scelto per il marchio Santapupa. Lo abbiamo scelto per la sua assonanza, soprattutto ideologica, con Avant Garde, perché anche Eteros è un prodotto fresco e vivace, ma declinato con un’etichetta più elegante e con un simbolo che ne evoca la diversità merceologica rispetto alla nostra famiglia. Ed ecco il perché del nome: Eteros, diverso.

Guida TCI “vini buoni d’Italia”: ed.2016 tre stelle